Si alla concorrenza fiscale, no all'evasione


CSL - 09- 08

La convenienza complessiva (vantaggio per l’Italia per transazioni commerciali contro rischi per possibili perdite per evasione fiscale e criminalità) pare essere ormai assolutamente negativa e, quindi, i rapporti con i Paesi fiscalmente “opachi” dovrebbero poter essere rivisti. Ma ciò significa porre come possibilità quella di non avere più alcun rapporto con tali Paesi, né noi Italiani, né la UE, né i Paesi con i quali lavoriamo (le triangolazioni non sarebbero difficilissime). E siamo certi che Paesi potenti del medio ed estremo oriente,
che non vediamo citati,
 siano con noi trasparenti ?

Ma ciò significa anche che, nell’assoluta trasparenza fiscale, non venga penalizzato lavorare con o in
Paesi fiscalmente virtuosi. Paesi, cioè, che hanno un’ organizzazione dello Stato tale da esigere poche imposte.

Tanti passi avanti si possono fare, anche solo con regolamentazioni Nazionali o Europee. Ma serve veramente tanta competenza, onestà e fatica per fare degli auspicabili e seri passi avanti.


L’UE VALUTA LA CHIUSURA DEI PARADISI FISCALI - I.Caizzi - Corriere della sera -22-09-08      


Stampa questa pagina