Finanza



C’è una finanza produttiva che collabora con il sistema produttivo e con esso vara progetti per creare valore aggiunto e ricchezza reale;
C’è una finanza neutrale da intermediazione che trasferisce ricchezza da un soggetto ad un altro, incassando una commissione equa. Realizza un servizio richiesto, con clausole chiare, ma non crea  valore aggiunto e ricchezza reale ad un costo moderato ma improduttivo, da limitare ad un mercato di compravendita onesto e trasparente;

C’è una finanza predatoria e speculatrice che crea trasferimenti di ricchezza con rischi, fees e costi altissimi, arricchendosi, ma distruggendo complessivamente enormi ricchezze, dati gli alti costi di tali meccanismi; quest’ultima non giova a nessuno, se non a quei pochi che traggono profitto distruggendo valore. 

Agosto 2008


Finanza predatoria: proprio in questi giorni, con i megafallimenti di banche per la gestione di patrimoni, con centinaia di miliardi di $ bruciati, nella maggior parte di comuni risparmiatori e cessazione di migliaia di posti di lavoro, è stato dimostrato che eravamo facili profeti. Bilanci truccati, informazioni non trasparenti, autorità di controllo incapaci di prevenire questi disastri. Vediamo cosa faranno i Governi affinchè queste cose non possano ripetersi, cosi come si debba cessare la vendita di carta straccia come si sono dimostrati tanti "stumenti finanziari" e "derivati". E cosa saprà fare la Giustizia per punire adeguatamente chi ha creato cosi immensi disastri mentendo ed imbrogliando.

16-09-08

 


Ricordiamo che la Costituzione prevede all’Art. 47:" La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l'esercizio del credito. Favorisce l'accesso del risparmio popolare alla proprietà dell'abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese ".  


Stampa questa pagina